29 January 2013

Amae/Davide Allieri MYBODYISYOURBODY (HOW MANY DROPS FOR CHAOS?) - Documentazione della performance

Tutte le fotografie di Pier Giorgio De Pinto © PRO LITTERIS / Zürich




La teoria del Sé e la costruzione dell’identità sociale e sessuale sono oggi i campi di indagine dell’attivismo politico e artistico.
In che modo la tecnologia modifica la percezione del corpo e dell’identità?
I media non vengono più subiti, ma diventano strumento interattivo per l’abbattimento degli stereotipi sociali e culturali.
Il corpo diventa uno strumento condivisibile, collettivo, segno e bandiera, polisemantico.
Con l’auto-tatuaggio si dichiara la circolarità dell’energia rispetto a se stessi, al principio di autodeterminazione, prima che il corpo possa essere fruito, perché è legato al trasferimento dei dati dalla mente al corpo; entro i limiti del proprio corpo.
La pittura performativa, tra ordine e caos, infrange così il tabù del corpo per riscriverne le trasformazioni.


Giuseppe Carrubba

(Testo pubblicato per gentile concessione dell'autore)








































No comments:

Post a Comment