12 November 2013

XVII BIENNALE DI PENNE a cura di Antonio Zimarino, Penne, Italia / 2013

Ecco alcuni documenti fotografici della XVII Biennale di Penne (Pescara), 2013.

Ph. Fabrizio Sacchetti




XVII Biennale d'Arte Città di Penne
9 Novembre – 19 Novembre 2013

L'Arte Contemporanea è per sua stessa condizione e struttura un interrogativo. La sua complessità di linguaggi e rimandi è lì per ricordarci di praticare l'alterità del pensiero nel nostro tempo omologato. La rassegna Unexpected stories – between places and walls presenta una selezione complessa e significativa delle declinazioni della video arte contemporanea: analitica, documentaristica, narrativa, onirica, simbolica, iconica, performativa, analogica e digitale.
L’internazionalità delle proposte, ci guida attraverso le tendenze, le idee e gli approcci di culture ed esperienze molto diverse da quella italiana, per altro ottimamente testimoniata nella rassegna. La reticolarità è stato il criterio che ha guidato il percorso di costruzione critica della Biennale, intesa come scambio costruttivo con realtà ed esperienze curatoriali ed espositive nazionali e internazionali, condivisione dei temi del progetto, costruzione collettiva di significati, strategie, allestimenti, soluzioni.

Avremo quindi la possibilità di osservare sensibilità e sguardi diversi dal nostro, testimonianze di diverse mentalità, idee, linguaggi, contesti attraverso cui fare un'esperienza densa e profonda della creatività contemporanea. L'approccio curatoriale aperto aggiunge un nodo alla riflessione sulla pluralità tipica della visione contemporanea che verrà svelata non solo attraverso la ricerca dei video d'arte legati progettualmente all'idea di restituzione – rinascita – svelamento – recupero – attenzione al particolare, ma anche attraverso la proiezione di immagini video della città e dei suoi monumenti significativi, realizzati durante un'apposita campagna di riprese aeree con droni dotati di telecamere ad alta definizione. Il fine è quello di mostrare l'intima, nascosta bellezza propria alla/alle città e alle sue possibili relazioni.

Gli artisti
Mirko Aretini,  Flavia Bigi, Silvia Camporesi, Paolo Dell’Elce, Pier Giorgio De Pinto, Ryan Spring Dooley, Franco Fiorillo, Hrvoje Hirsl, Franco Losvizzero, Serena Porrati, Massimo Vitangeli

Ivan Argote, Alban Muja, Laura Napier, Anne Percoco,  Jan Pfeiffer, Daniel Seiple, Philippe Van Wolputte

I luoghi della Biennale
San Giovanni Evangelista, Piazza Luca Da Penne, Museo d'Arte Moderna e Contemporanea (Mamec), Museo Archeologico.

Curatori
per Unexpected stories – between places and walls: Antonio Zimarino, con Mario Casanova, Ilaria Caravaglio, Rossella Iorio, Valeria Ronzitti.

Per Playscapes/Workscapes/Innerscapes. Appunti di viaggio al confine fra arte e urbanistica: Marco Antonini.










  
  
 
   


  








No comments:

Post a Comment